NEWS

VORTEX E ARDIGÒ CAMPIONI WSK A SARNO

Nell'ultimo round della WSK Super Master Series sul circuito di Sarno, Marco Ardigò porta al successo i motori Vortex in KZ2. Ottimi risultati anche in OK e OKJ

04-04-2018

KZ2 – MOTORE RKZ
Nella categoria KZ2 i motori Vortex RKZ replicano le ottime performance mostrate sette giorni prima, sempre sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno. Anche stavolta è Marco Ardigò, del Tony Kart Racing Team, a brillare nella classe con il cambio. Il suo è un weekend in costante crescendo: terzo posto al termine delle manche di qualifica; seconda posizione in Pre-Finale e vittoria assoluta nella gara decisiva. Un risultato che gli permette di conquistare il titolo di Campione WSK Super Master Series 2018.
La bontà e la competitività dei nostri motori sono confermate anche dal terzo gradino del podio conquistato, in finale, dall'RKZ che equipaggia il kart Kosmic di Patrik Hajek, e dalle ottime prestazioni di Matteo Viganò, 5° in finale, ma autore della pole position (in 56''273) e vincitore di tutte e tre le manche. Nella top ten della finale entra anche Simo Puhakka, al volante di un Tony Kart / Vortex.

OK – MOTORE DDS
Nella categoria OK i motori Vortex DDS equipaggiano oltre un terzo dei piloti iscritti. Tra questi, subito brillano Zane Maloney (Ricky Flynn Motorsport) autore in qualifica del giro più veloce (57''194) che gli  vale la pole position.
Nelle heat, i motori Vortex conquistano 6 vittorie nelle 10 prove in programma: due a testa per Nicklas Nielsen (KSM Schumacher Racing Team) e Harry Thompson (Ricky Flynn Motorsport), una per Maloney e Tijmen Van Der Helm (KSM Schumacher Racing Team).
Nielsen si ripete nella sua prefinale, chiusa in testa davanti a un altro motore Vortex: quello di David Vidales (Tony Kart Racing Team). Nell’altra prefinale, ottimo secondo posto per Noah Milell (Tony Kart Racing Team).
In manca solo la vittoria, con tre motori Vortex a occupare il secondo (Vidales) e il terzo (Noah) gradino del podio, oltre al 4° posto di Nielsen e al 10° di Harry Thompson (Ricky Flynn Motorsport).
In classifica generale, sono 5 i motori Vortex presenti nella Top 10. Spicca il secondo posto assoluto di Nielsen, a soli tre punti dal vincitore.

OKJ – MOTORE DDJ
I motori Vortex DDJ nella classe OKJ sono scelti da 30 piloti su 90 verificati (33%). Un folto schieramento che permette ai motori Vortex di vincere ben quattro heat, tre centrate da Paul Aron (Ricky Flynn Motorsport) e una da Dino Beganovic (Ward Racing).
Il pilota estone prosegue poi il suo weekend di testa vincendo la sua prefinale, dove sigla anche il record dell'intero evento (58''384). Lo seguono  Beganovic, Zak O’Sullivan (Ricky Flynn Motorsport) e Sebastian Montoya (Tony Kart Racing Team) per un poker interamente firmato Vortex. Infine Aron si impone anche in finale. In quest’ultima gara ha ben figura anche il motore Vortex portato in pista da Georgi Dimitrov (team Oakes) che entra nella Top 10, mentre nell’altra Pre-Finale si mette in luce Kirill Smal (Ward Racing), 5° sul traguardo dopo un’incredibile rimonta.
Nella classifica generale di campionato, Vortex conquista il terzo gradino del podio con Aron e 5 posti nella Top 10: oltre a Aron, Smal (4°) O’Sullivan (6°), David Hadrien (Kosmic Racing Department - 7°) e Beganovic (8°).