NEWS

VORTEX SUL PODIO DELL’INTERNATIONAL SUPER CUP KZ2

AI FIA Karting World Championship di Lonato, l’ottimo rendimento dei propulsori RSZ e RTZ è coronato dal secondo posto di David VIdales in KZ2

24-09-2019

KZ2
Nel folto schieramento della categoria KZ2 (122 partenti), i piloti spinti dai propulsori Vortex RSZ e RTZ sono costantemente presenti al vertice in tutte le sessioni.
Tra loro, chi fino all’ultimo sfiora il bersaglio più grosso è David Vidales (Tony Kart Racing Team), che conquista il secondo gradino del podio al termine di una finale in rimonta, a cui prende parte dopo aver messo a segno tre vittorie e due secondi posti nelle Heats. La potenza dei motori dell’OTK Group consente a Vidales di mantenere un ritmo eccezionale anche nell’ultima parte di gara, arrivando vicino a insidiare la prima posizione dopo aver firmato il miglior giro.
Vidales è anche uno dei piloti più veloci in qualifica (quinto nella combinata), assieme al compagno di team Danilo Albanese. Quest’ultimo, dopo aver ottenuto il settimo tempo, va a vincere due Heats, a cui aggiunge tre secondi posti.
Sempre con i nostri propulsori, Paavo Tonteri (SC Performance) esprime una grande costanza nelle manche non chiudendo mai più indietro del sesto posto; mentre Alessio Piccini (Tony Kart Racing Team) ottiene 2 secondi e 2 terzi posti e corona il weekend con una finale in cui rimonta sei posizioni.
Con Vortex, registrano buone prestazioni anche l’esordiente Viktor Gustafsson (Kosmic Kart Racing Department), con due piazzamenti in top-ten, e il compagno Paul Evrard, autore di brillanti rimonte in tutte le manches a cui prende parte, ma colpito da una penalità che gli impedisce l’accesso in finale.
Anche il neozelandese Matthew Payne (Patrizicorse) sceglie Vortex per misurarsi nell’importante gara KZ2 del circuito FIA Karting, portando a casa cinque top-ten nelle batterie, tra cui un eccellente quarto posto.

KZ
I nostri RSZ e RTZ mostrano un’eccellente costanza di rendimento anche in KZ: al termine delle qualifiche, nei primi 10 posti troviamo tutti e 4 i motori Vortex che equipaggiano i piloti del Tony Kart Racing Team. Il migliore, con il quarto tempo assoluto, è quello del kart di Simo Puhakka, che nelle batterie prosegue la sua gara di vertice ottenendo anche un secondo, un terzo posto e un giro veloce. Chi porta a casa un vittoria è Matteo Viganò, che impreziosisce la sua performance con anche due terzi posti, mentre Marco Ardigò e Noah Milell si mantengono saldamente nei primi dieci.
In finale, al termine di una gara bella ed estenuante, Simo Puhakka arriva vicinissimo al podio seguito da Matteo Viganò, quinto, e Marco Ardigò, settimo. In top ten, anche un altro motore Vortex: quello di Lorenzo Camplese (SC Performance) che chiude all’ottavo posto.