NEWS

PODI E OTTIME PERFORMANCE ALLA WSK OPEN CUP

Tre motori Vortex salgono sui podi delle classi OK e OKJ nel primo round della WSK Open Cup corsa al South Garda di Lonato, coronando un weekend di ottime prestazioni

30-10-2019

OK
In occasione del primo round della WSK Open Cup di Lonato, Vortex dà nuovamente prova di velocità e affidabilità nella categoria OK, come testimoniano i podi di Kirill Smal (Ward Racing) e Joseph Turney (Tony Kart Racing Team).
Con 21 motori DST presenti in uno schieramento che conta 50 iscritti, i propulsori dell’OTK Kart Group fanno la differenza già nelle Qualifying Practice in cui conquistano 8 posti tra i primi 10. Oltre ai tre più veloci, nell’ordine il pole-sitter Kirill Smal, Joseph Turney e il debuttante Kajus Siksnelis (Ward Racing), in top-ten troviamo anche Norton Andreasson, Noah Degnbol (Ward Racing) Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team) Luca Griggs e Mikkel Hojgaard (entrambi Kartshop Ampfing).
Il weekend prosegue con un’incetta di successi per i piloti motorizzati Vortex: si contano due vittorie di manche per Turney, una vittoria, due secondi posti e un giro veloce per Smal e un primo posto per Noah Degnbol, anche lui costantemente in top ten.
Tra i più continui anche Pedro Hiltbrand, con un secondo, un terzo e un quarto posto; stessi risultati per Luca Griggs. Sempre nelle batterie, i propulsori Vortex supportano egregiamente anche Kajus Siksnelis e Thomas Ten Brinke (Ricky Flynn Motorsport) nel loro esordio nella categoria. Ten Brinke, in particolare, fa registrare ben due giri veloci. Siksnelis, invece, centra la top ten in prefinale.
L’eccellente prova dei propulsori Vortex continua anche nell’ultima giornata, durante la quale, nella gara decisiva, Kirill Smal conferma il secondo posto ottenuto in prefinale. Joseph Turney ottiene invece il terzo posto dopo aver vinto la sua prefinale segnando il best lap. Ai piedi del podio arrivano Pedro Hiltbrand, giunto terzo in prefinale B, e Luca Griggs, anche lui terzo in prefinale A, seguiti da Noah Degnbol. Chiudono nei primi dieci anche Andreasson e Danny Carenini (Autoeruropeo Motorsport), per un totale di 7 motori Vortex presenti in top ten.

OKJ
Con il propulsore DJT, Vortex si conferma estremamente competitiva anche in OKJ. Al termine della finale, il migliore dei piloti supportati dal nostro motore è Diego Contecha (Lennox Racing Team) che giunge secondo, replicando il risultato della prefinale dopo un fine settimana corso costantemente senza sbavature, con tre terzi posti nelle batterie e due giri veloci.
Grande protagonista è anche Nikita Bedrin (Tony Kart Racing Team), sfortunato a perdere il podio dopo il traguardo a causa di una penalità, ma vero mattatore nelle batterie con tre vittorie, un secondo posto e un giro veloce a cui segue un’altra vittoria in prefinale B. La prefinale A va, invece, all’autore del terzo tempo in qualifica: Artem Severiukhin (Ward Racing),anche lui vittima di una penalità nella gara decisiva, ma vincitore di una manche e autore di due secondi posti e un giro veloce. Sempre in prefinale A, William Siverholm (Ward Racing) e Karol Pasiewicz (Kosmic Kart Racing Department) rimontano otto posizioni a testa, con il polacco autore del miglior crono. Buona performance nelle batterie, infine, per Kacper Sztuka (Speedkart) e Alexander Gubenko (Kosmic Kart Racing Department), tre volte in top ten e sesto in prefinale.