NEWS

VORTEX PRESENTA I MOTORI DI NUOVA OMOLOGA

La Engine Division di OTK Kart Group svela i propulsori che saranno protagonisti in pista a partire dal 2023: VTZ (KZ/KZ2), VTS (OK), VTS-N (OK-N), VTJ (OKJ) e VTM (MINI).

24-12-2022

In occasione della sessione di omologa CIK-FIA, si rinnova completamente la gamma propulsori Vortex.
Rispettivamente per le categorie OK e OKJ, esordiscono i modelli VTS e VTJ, diretti successori dei Vortex DTS e DTJ, capaci di conquistare ben cinque titoli mondiali - tre nella Junior, due nella Senior - negli ultimi quattro anni.
Tra le varie innovazioni introdotte spicca un inedito processo produttivo: la barenatura a carter accoppiati. Questa ulteriore fase di lavorazione del basamento del motore permette di raggiungere un superiore livello qualitativo finale del prodotto con ricadute positive sia in termini di qualità e ripetibilità dei vari esemplari realizzati sia per quel che concerne le performance. Il VTS, inoltre, vede l’introduzione di un nuovo design della valvola di scarico, soluzione che assicura una maggior efficienza a bassi regimi e un miglior rendimento del motore.
Rimangono invariate, invece, le caratteristiche principali ereditate dalle precedenti versioni di entrambi i propulsori: leggerezza, facilità di montaggio e di utilizzo, efficace disposizione delle masse e del baricentro, dimensioni compatte e affidabilità.

Vortex VTJ: https://youtu.be/tUXIPUoPUxc

Vortex VTS: https://youtu.be/u2zqhiVCDn8

 

La neonata unità VTS-N, progettata per la nuova categoria OK-N pensata da FIA Karting per i campionati nazionali a partire dal 2023, riprende le stesse forme del modello VTS,  ma è priva - come da regolamento - della valvola di scarico e dispone di un limitatore di giri tarato a 15.000 rpm. Per quanto riguarda la categoria OKJ-N, si potrà utilizzare lo stesso motore applicando, però, un apposito restrittore di scarico.

Vortex VTS-N: https://youtu.be/HfCm72t5Nr8

 

Anche il propulsore VTZ, dedicato alle classi KZ e KZ2, deriva dal vincente RTZ, campione del mondo nel 2021 e vicecampione del mondo nel 2022. La più evidente evoluzione tecnica apportata riguarda il raffreddamento del carter motore, in precedenza ad aria libera, ora ad acqua. Ma non è tutto, perché anche la marmitta, specifica per questo modello, ha ora un nuovo design. Invariata, rispetto al modello RTZ, invece, la lunghezza della biella (115 mm).

Vortex VTZ: https://youtu.be/FdH8mqX5igk

 

Ultimo, ma non meno importante, è il Vortex VTM per la classe MINI. Si tratta di progetto inedito rispetto al passato, dotato di testa, cilindro e carter di nuova concezione e che prevedono un aumento delle superfici radianti. Per quanto concerne il cilindro, sono state rinnovate le geometrie di luci e travasi, mentre dal punto di vista produttivo, come per i modelli VTS e VTJ, anche il VTM beneficia di un ulteriore processo di lavorazione, la barenatura a carter accoppiati, che migliora qualità, affidabilità e performance.

Vortex VTM: https://youtu.be/ImaYcN2VTzw